Statua di Che Guevara
Cuba

La statua di Che Guevara a Santa Clara, Cuba

Figura centrale della rivoluzione cubana e dell’ideologia marxista, Che Guevara continua a suscitare intense discussioni e riflessioni sulla sua vita, il suo impatto storico e il suo legato ideologico. La sua immagine, immortalata in numerosi manifesti e opere d’arte, continua a esercitare un’enorme influenza sulla cultura politica e sociale, incarnando sia l’eroismo romantico che la controversia intrinseca alla sua figura. Nella cittadina cubana di Santa Clara, sorge una statua imponente e iconica che raffigura il rivoluzionario Ernesto “Che” Guevara de la Serna.

La statua si trova davanti alla sede del partito comunista cubano, a circa un chilometro di distanza dal Museo del Tren Blindado. Fu realizzata dallo scultore spagnolo Casto Solano per ricordare la morte di Ernesto Che Guevara. A prima vista, sembra semplicemente una rappresentazione a grandezza naturale del comandante, ma avvicinandosi si possono notare innumerevoli dettagli significativi, alcuni davvero ben nascosti.

 

Il proprietario della casa particular dove abbiamo dormito a Santa Clara, molto appassionato di politica e storia, ha impiegato almeno un’ora per descriverci ogni dettaglio della statua di Che Guevara. Noi siamo rimasti talmente affascinati da voler assolutamente fare una tappa qui durante il nostro viaggio di gruppo a Cuba organizzato con Milestone. Cercheremo quindi di raccontare anche a voi la storia di questo monumento.

Statua di Che Guevara

La statua di Che Guevara

Il Che è raffigurato con il suo famoso berretto con la stella, che rappresenta il suo rango di leader militare.

Con il braccio sinistro sorregge un bambino con un “giocattolo”: rappresenta la generazione futura cubana, per la cui libertà il comandante ha lottato. Guardando attentamente quello che sembra un giocattolo infatti, si può notare che si tratta di un uomo che si libera dalle catene.

Nella mano destra, un sigaro, che il Che fumava dopo aver bagnato l’estremità nel miele. Il comandante soffriva di asma e, ai tempi, il sigaro era considerato un rimedio per tale disturbo.

Sulla fibbia è raffigurato un gruppo di uomini, che rappresentano i compagni che hanno combattuto al suo fianco.

Su una delle tasche è inciso il Don Quijote de la Mancha, famoso personaggio del romanzo di Cervantes, che il comandante lesse nascosto tra le montagne della Sierra Maestra.

Un riferimento al periodo della rivoluzione in cui si trovava in montagna, è sicuramente la raffigurazione delle persone che si arrampicano (sulla tasca e sulla manica), ma anche quella di alcune persone che dormono sull’amaca (tra i suoi capelli).

Tra le pieghe del vestito, un uomo sdraiato che guarda verso il cielo rappresenta il suo essere un sognatore.

Sulla sua caviglia notiamo una motocicletta. È la Poderosa, in sella alla quale un giovanissimo Ernesto Guevara attraversò il Sudamerica nel 1952. Prima di diventare il “Che” infatti, insieme all’amico Alberto Granado, affrontò un viaggio che fu fondamentale per la costruzione del suo pensiero politico. Latinoamericana. I diari della motocicletta, scritto proprio da lui, contiene tutto il racconto del viaggio.

Su un fianco della statua, compare una ragazza affacciata a una finestra. Ci sono opinioni contrastanti su chi possa rappresentare questa immagine. Potrebbe essere la seconda moglie di Che Guevara, Aleida, originaria proprio di Santa Clara. Oppure potrebbe essere la donna che lo ha vendicato dopo la sua morte, Monika Ertl. Se siete curiosi, la sua storia è raccontata in modo davvero avvincente in questo blog post.

Infine, sulla giacca notiamo il simbolo dell’infinito con due omini che posizionano un sole e una luna. Significa che anche dopo la sua morte, il suo messaggio resterà in eterno.

Cosa vedere nei dintorni della statua di Che Guevara

La statua di Guevara con il bambino rappresenta solo uno dei numerosi monumenti dedicati al rivoluzionario a Santa Clara. Tra questi, uno dei più significativi è situato a Plaza de la Revolución: il Monumento Ernesto Che Guevara. Questo monumento comprende una statua, un museo contenente cimeli originali e un mausoleo che ospita i resti del Che e di alcuni compagni combattenti.

Fai poi un salto veloce al Cafè Museo de la Revolucion. Sulle pareti troverai fotografie e documenti risalenti al periodo rivoluzionario. Tra questi spicca una lettera militare scritta dal Che il 2 gennaio 1959 “Al Pueblo de Las Villas”.

Vicino al Cafè ci sono ancora i resti del treno blindato assaltato dal Che. Questo treno è divenuto un simbolo in quanto questa battaglia ha sancito la vittoria della rivoluzione comunista a Cuba.

È possibile entrare nei vagoni, oggi riallestiti a museo, per vedere alcune armi e divise utilizzate in battaglia.

Per concludere, in una visita a Santa Clara ti consigliamo di includere anche una serata al centro culturale Mejunje. Costruito in un palazzo decadente, al suo interno ha una terrazza per bere, una galleria d’arte e un grande cortile aperto. Qui ogni sera organizzano serate di musica o spettacoli teatrali.

Se ti sono piaciuti i nostri consigli inizia a seguirci anche su Instagram, ogni settimana ti sveliamo posti nuovi in giro per il mondo!

Hasta Siempre!

Hey, ciao 👋 Siamo contenti che tu sia qui!

Entra a far parte della community di EST travel, riceverai ogni mese fantastiche idee per organizzare i tuoi viaggi e potrai scaricare la guida completa di Budapest GRATIS!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights